Creare una zona d'ombra in giardino: strutture ombreggianti a confronto

Creare una zona d'ombra in giardino: strutture ombreggianti a confronto



Italia nel forno: è ciò che mostrano i bollettini meteo per l'estate 2017. Il caldo che interesserà la nostra penisola nei prossimi mesi viene definito anomalo, in quanto superiore alla norma di circa due/tre gradi. Le temperature oscillano tra i 30/34°, a fronte di pochissime precipitazioni, anche queste sotto la media. Vivere in queste condizioni meteorologiche è certamente un problema per tutti, le città si trasformano in forni e anche la propria casa rischia di diventare un ambiente inospitale. In più, non è sempre possibile lasciare le città per rifugiarsi nelle località più fresche, gli impegni lavorativi incombono e il budget per gli spostamenti è spesso limitato. Quando si è costretti a vivere inchiodati all'asfalto bollente delle zone urbane, quali sono gli espedienti per poter godere delle belle giornate estive al riparo dalla sofferenza dovuta alle alte temperature?
 

Creare degli spazi d'ombra in casa: come?

In giardino e sul terrazzo è importante disporre di un sistema di copertura da cui poter ricavare una zona d'ombra che impedisca all'ambiente esterno di diventare rovente. Per quanto riguarda i giardini, va detto che i pergolati funzionano molto bene, si rivelano efficaci contro l'irraggiamento solare e vanno ad arricchire l'outdoor anche dal punto di vista estetico. Per ombreggiare uno spazio esterno è possibile scegliere più opzioni, tra cui la realizzazione di una pergotenda, la costruzione di una veranda oppure l'installazione di una vela ombreggiante. Vediamo i pro e i contro delle tre soluzioni.
 

Realizzare una pergotenda

Per poter godere di una zona d'ombra esterna, la creazione di una pergotenda è tra le soluzioni attualmente più valide poiché offre diversi vantaggi. La pergotenda è una struttura ombreggiante che coniuga praticità e comfort in un unico prodotto leggero e facilmente rimovibile. Proprio per via della sua natura temporanea ed amovibile, la pergotenda è installabile senza alcun permesso o titolo abilitativo: la struttura non presenta alcun punto di ancoraggio fisso e, in base a quanto stabilito dal Consiglio Di Stato tramite la sentenza 1777 dell'aprile del 2014, la pergotenda è considerata “una struttura leggera e amovibile, caratterizzata da elementi in metallo o in legno di esigua sezione, coperta da telo anche retrattile, stuoie in canna o bambù o materiale in pellicola trasparente, priva di opere murarie e di pareti chiuse di qualsiasi genere, costituita da elementi leggeri, assemblati tra loro, tali da rendere possibile la loro rimozione previo smontaggio e non demolizione”. Pertanto, tale struttura non costituisce una variazione nel volume dell'immobile, né va ad alterare la sagoma dell'edificio (qui la sentenza del CdS sopracitato). Tuttavia, anche se noon vi è necessità di richiedere un'autorizzazione per l'installazione di una tenda-pergolato, bisogna tenere contro dei regolamenti condominiali, gli eventuali vincoli storici, paesaggistici e strutturali che interessano alcune zone e comuni. A tale riguardo, si consiglia di rivolgersi presso il comune di riferimento (qui il collegamento allo sportello per l'edilizia privata del Comune di Torino).
 

Costruire una veranda

Al contrario della pergotenda, la veranda è una struttura più complessa da realizzare, in quanto si tratta di un locale coperto, chiuso sul perimetro da superfici vetrate o da elementi trasparenti e impermeabili, parzialmente o totalmente apribili. Dal punto di vista edilizio, la veranda va a costituire a tutti gli effetti un aumento della volumetria dell'immobile, nonché una modifica alla sagoma dell'edificio. Considerando che la veranda viene realizzata per durare nel tempo, per la sua creazione è necessario ottenere i permessi per costruire. Nel 2014, il Consiglio di Stato ha stabilito che una veranda poggiata al suolo senza punti di ancoraggio fissi al terreno può essere realizzata anche senza i permessi per costruire in quanto considerata come un arredo esterno facilmente amovibile. Per quanto riguarda la costruzione di una veranda in muratura, ovvero dotata di punti di ancoraggio fissi al suolo, va detto che, solitamente, queste strutture vengono progettate con profili sottili e ampie superfici vetrate che possono aprirsi all'occorrenza tramite finestre scorrevoli. Per informazioni circa i permessi per costruire una veranda in giardino nel Comune di Torino, si consiglia di fare riferimento allo sportello per l'edilizia privata del Comune di Torino.
 

Installare una vela ombreggiante

Una delle migliori proposte in termini di strutture ombreggianti per esterni è la vela ombreggiante per giardino, una struttura elegante e molto funzionale il cui utilizzo si sta diffondendo in modo capillare. La tecnologia viene impiegata a corredo dei complementi per esterni, ma in realtà proviene dal settore nautico di cui mantiene le caratteristiche principali: la resistenza agli agenti atmosferici come pioggia e vento, la protezione dal sole e la resistenza alla salsedine. Come viene mostrato nel sito di un'azienda che progetta e installa vele per giardini, le vele ombreggianti si dividono in diverse categorie che differiscono principalmente per il tipo di ancoraggio. I sistemi di installazione delle vele prevedono ancoraggi al muro, ad una colonna, una parete, un albero o con struttura autoportante con basi zavorrate. Queste strutture offrono inoltre un'ampia gamma di personalizzazione, dai tessuti alle colorazioni, passando per la scelta del materiale e del modello che si predilige. In termini di permessi, le vele sono assimilabili agli elementi di arredo e non richiedono quindi alcuna documentazione o autorizzazione ai fini dell'installazione. L'unica eccezione riguarda i condomini: qualora la vela debba essere installata in un'abitazione situata in un condominio, sarà opportuno consultare l'assemblea condominiale per assicurarsi che la struttura non provochi disagi ai vicini o alteri l'aspetto estetico del palazzo.
 

Conclusioni

Indipendentemente dal tipo di struttura che si intende realizzare, va detto che, prima di provvedere alla progettazione, sarà buona norma verificare l'eventuale esistenza di vincoli paesaggistici o architettonici della zona di pertinenza. È importante ricordare che, nel caso si volesse installare una pergotenda e chiuderla lateralmente, sarebbe meglio ricorrere al PVC in quanto non richiede alcun permesso. Al contrario, la chiusura del perimetro di una pergotenda mediante superfici in vetro comporterebbe la perdita del requisito di precarietà della struttura, con il conseguente obbligo di ricorrere ai permessi per evitare di sconfinare nell'abuso edilizio.


 

    Altre news:


    Il gres porcellanato effetto pietra Portraits di Caesar scelto per un progetto outdoor nel Regno Unito
    Un nuovo e prestigioso progetto firmato Ceramiche Caesar. Questa volta ci troviamo a Camden, un caratteristico paesino...
    Per ombreggiare il tuo giardino scegli Boma, l'elegante copertura a vela progettata da Tao®
    Boma è la copertura a vela progettata da Tao® per coprire fino a 13 metri quadrati di superfici...
    Smania propone per il giardino una nuova collezione outdoor
    La bella stagione è ormai arrivata, i nostri giardini tornano a vivere: ci aspettano giornate all'aria...
    Greenwood presenta 5032, il nuovo ombrellone da giardino con luci a led e connessione bluetooth
    Novità in casa Greenwood: l'azienda presenta 5032, il nuovo ombrellone da giardino dall'estetica...
    Tavolo Nemo di Scab Design: il complemento d'arredo perfetto per il tuo giardino!
    Il tavolo Nemo di Scab Design è un complemento d'arredo pensato per gli spazi esterni: un elemento pratico e...
    French Mood: il gres porcellanato effetto pietra secondo Ceramiche Supergres
    French Mood è la nuova collezione di pavimenti ceramici firmata Ceramiche Supergres. Una linea nata...
    Isola 3 è la nuova pergola della collezione Gennius proposta da KE
    L'azienda KE amplia il suo sistema per la schermatura solare Gennius e presenta la nuova tenda a pergola Isola 3:...
    Greenwood presenta le nuove proposte per l'arredo giardino 2018
    L'estate 2018 è quasi alle porte e tutti noi siamo molto impazienti di vivere finalmente calde giornate...